Fortezza di Fenestrelle

Abbarbicata tra i 1200 e i 1800 m slm, la Fortezza di Fenestrelle, già baluardo insuperabile a guardia della Val Chisone, rappresenta un’occasione per l’escursione di un giorno lungo i suoi camminamenti e offre un panorama esclusivo sulla valle all’ombra delle Alpi Cozie (di Cristina Risciglione, testo di Renato Corpaci).

In valle, l’abitato di Fenestrelle. In costa, la Fortezza
Continua a leggere

Triennale Estate

Dopo la riapertura al pubblico, Triennale Milano presenta Triennale Estate che si svolgerà nel giardino intitolato a Giancarlo De Carlo. Incontri, proiezioni, lecture, cabaret, eventi live, festival, laboratori per bambini.

L’opera di De Chirico
Continua a leggere

Crespi d’Adda sito UNESCO

Crespi d’Adda, sito UNESCO inserito dal 1995 nel Patrimonio Mondiale dell’Umanità, è uno straordinario esempio urbanistico tra i villaggi aziendali sviluppati in Europa e Nord America tra il IXX e XX secolo da industriali illuminati per venire incontro alle necessità delle maestranze (di Cristina Risciglione e Renato Corpaci).

Il busto del fondatore di fronte alla chiesa
Il busto del fondatore campeggia di fronte alla chiesa di Crespi d’Adda
Continua a leggere

Castel Grumello in Valtellina

I ruderi di Castel Grumello in Valtellina, bene FAI – Fondo per l’Ambiente Italiano, sfidano il tempo e le intemperie tra i vitigni Nebbiolo sovrastanti la città di Sondrio a Montagna in Valtellina nella regione vinicola del Valtellina Superiore (di Cristina Risciglione e Renato Corpaci)

Castel Grumello
Castel Grumello, l’edificio riservato alla famiglia
Continua a leggere

La Chiesa di San Gaudenzio a Casaccia in Val Bregaglia

La Chiesa di San Gaudenzio è un rudere scoperchiato che incuriosisce a malapena i viaggiatori in transito sulla Strada Cantonale 3 del Passo del Maloja, ma è anche l’unico monumento gotico svizzero di importanza nazionale in Val Bregaglia (di Cristina Risciglione e Renato Corpaci).

Veduta aerea della Chiesa di San Gaudenzio
Veduta aerea della Chiesa di San Gaudenzio in Val Bregaglia
Continua a leggere

Rocca Calascio in Abruzzo

A 1460 metri di altezza, Rocca Calascio in Abruzzo – toponimo che deriva dalla radice prelatina “cala“, ovvero “fianco scosceso del monte” – domina la valle del Tirino e l’altopiano di Navelli, giusto al di sotto della vasta piana di Campo Imperatore (di Cristina Risciglione e Renato Corpaci).

Rocca Calascio
Rocca Calascio come appare dalle alture meridionali
Continua a leggere