SNOW POLO ST. MORITZ 2017

Mettiamola cosi: sembrerà banale, ma a questo gioco, vince la squadra con i migliori giocatori. (di Cristina Risciglione)

Dopo che l’epoca di Jonathan Munro Ford ha posto termine con il Trofeo 2015 , con l’ingresso dell’australiano nella Hall of Fame, a tre anni di indiscussa supremazia del Team Cartier, lo scorso anno, il Team Maserati ha debuttato sul campo con due dei migliori giocatori dello sport: l’italiano Rommy Gianni (ex Team BMW) e l’argentino Dario Musso. Non c’è da stupirsi dunque che Maserati abbia vinto il Trofeo del 2016.

« 1 di 4 »

Quest’anno, Cartier ha pianificato un gran ritorno in vetta al torneo con una squadra capitanata da Rommy Gianni, con la punta Chris Hyde con la maglia numero 3 e Dario Musso 4.

Nell’accampamento raccolto intorno alle tribune, gli sponsor hanno offerto assaggi dei loro prodotti: chi un appetitoso catering (Badrutt’s Palace), chi concedendo test-drive delle proprie automobili (Maserati), chi offrendo tea, pasticcini e libri fotografici sull’artigianato locale del proprio paese (Azerbaijan), chi mantenendo piacevolmente storditi VIP e componenti di una nutrita troupe di fotografi e giornalisti (Perrier-Jouët). La lista degli sponsor, dei supporter, degli espositori o dei semplici fornitori è lunga e incoraggiamo i lettori ad andarla a scoprire sul sito di Snow Polo-Sankt Moritz

La finale di domenica, mentre il sole lentamente declinava verso il profilo del Maloja, ha visto il Team Cartier sfidare il Team Badrutt’s Palace. I giocatori in rosso hanno ancora una volta entusiasmato le circa 15.000 persone presenti inferendo al Palace un potente 7-4, ancora una volta assicurandosi il Trofeo Cartier.

Condividi su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.